A Filetta

Mare Eternu

E to bocche sicrete chì ingullinu i venti
E gruppate figliole di i scunnisciuti pienti
Anu putere à dì l?oghje è l?antichità
Tralasciate ch?elle funu da l?umanità.

Ma quandu a luna ti accarezza
Ti porta i so ragi fiuriti
Di fole è storie favulose
Cùn nave è vascelli da a notte invintati.

Tandu ti cali in core di a vechja surgente
Di lu misteru chì n?ùn conta più cunfini
È t?empii di canti chì s?affundonu feriti
Sottu à le to rivolte chì fermanu senza fine.

Play